Vai al contenuto

Fresco di stampa

Come un granello di senape...

Il Regno dal cielo alla terra

Oèdipus editore 

Nelle odierne società occidentali secolarizzate la fede e la pratica religiosa non sono più date per scontate, e specialmente nei ceti acculturati costituiscono un'opzione consapevole, spesso problematica. Ma anche il rifiuto di ogni fede spesso è accompagnato dal dubbio e dal disagio: il "bisogno di Dio" è declinato in vari modi, che vanno dal recupero tendenzialmente settario di forme  di fede iper-tradizionale all'elaborazione di dottrine "fai-da-te" arieggianti al new age. La proposta di questo libro è duplice e drastica: per un verso mettere da parte (dopo averla criticata)la fondazione filosofica-ontologica tradizionale del cristianesimo, di derivazione platonico-aristotelico-tomistica, per sostituirla con una fenomenologia radicale: per un altro verso relativizzare storicamente la grande costruzione teologica inaugurata da Paolo di Tarso, rifinita da Agostino d'Ippona e portata a compimento da Tommaso d'Aquino, ripartendo dal dettato biblico e prescindendo dalla metafisica platonico-aristotelica. La conclusione (aperta) è una ricostruzione fenomenologica dell'itinerario spirituale di un essere umano del nostro tempo, che voglia dialogare con un Dio non antropomorfico, non trionfalistico, ma che possa essere vissuto nel profondo del cuore come il "senso del Tutto", e quindi come il nostro destino.

Beni culturali, regole, significato